0 6 minuti 1 mese

Concessione di un voucher alle donne partorienti con reddito ISEE non superiore ad euro 30.000 valido per l’acquisto di prodotti necessari per il neonato.

Requisiti:
• essere cittadine italiane, essere cittadine dei Paesi dell’UE o in possesso di regolare permesso di soggiorno (permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di cui all’articolo 9 del decreto legislativo 286/1998; carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione europea – italiano o comunitario – non avente la cittadinanza di uno Stato membro, di cui all’art. 10 del Decreto legislativo n. 30/2007; carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato Membro di cui all’art. 17 del Decreto legislativo n.30/2007). Ai fini del beneficio alle cittadine italiane sono equiparate le straniere aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria (art. 27 del D.lgs. 19 novembre 2007, n. 251);
• essere residenti in un comune della Regione Lazio;
• in caso di presenza di figli minori, essere in regola con l’obbligo della frequenza scolastica;
• essere residenti e/o domiciliate da almeno 5 anni in un immobile in forza di titolo giuridico regolarmente registrato (es.: proprietà, locazione, comodato, usufrutto, ecc.).
I citati requisiti devono, a pena di decadenza, essere mantenuti fino alla data di erogazione del contributo.
Le donne beneficiarie saranno selezionate, tra quelle in possesso dei requisiti, sulla base dei seguenti criteri che consentiranno di redigere una specifica graduatoria tra le partorienti con ISEE non superiore a 30.000 euro. In particolare, vengono privilegiate le donne:
• che presentano all’interno del proprio nucleo familiare anagrafico altri figli minori;
• in situazione di monogenitorialità, ossia, ai fini del presente avviso:
• vedove;
• con figlio a cui è deceduto l’altro genitore;
• single con figlio non riconosciuto dall’altro genitore;
• single con figlio adottato;
• single separato/divorziato con figlio per il quale nessun obbligo di mantenimento è stato posto a carico dell’altro genitore;
• donne con minori vittime di violenza e collocati presso una casa rifugio;
• che presentano all’interno del proprio nucleo familiare anagrafico una persona con disabilità certificata ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92;
• residenti da più tempo nella Regione Lazio;
• che presentano all’interno del proprio nucleo familiare anagrafico almeno una persona anziana ultraottantenne.
Il contributo che verrà erogato alle 318 mamme beneficiarie avrà un importo variabile da un minimo di euro 2.500 ad un massimo di euro 5.000, assegnato secondo la posizione in graduatoria, in funzione della seguente scala di valori e secondo l’ordine cronologico di protocollazione della domanda:

POSIZIONE IN GRADUATORIA – IMPORTO VOUCHER

Dal n. 1 al n. 30: euro 5.000
Dal n. 31 al n. 70: euro 4.000
Dal n. 71 al n. 140: euro 3.500
Dal n. 141 al n. 318: euro 2.500
Il contributo sarà assegnato alle beneficiarie mediante carta prepagata.

La carta verrà ricaricata in n. 4 tranche come di seguito specificato:

primo acconto del 30% del valore del contributo riconosciuto, al momento del completamento della procedura di consegna e attivazione della carta alle beneficiarie;
secondo acconto del 30% del valore del contributo riconosciuto, previa rendicontazione del primo nelle modalità descritte dal successivo art. 6;
terzo acconto del 30% del valore del contributo riconosciuto, previa rendicontazione del secondo nelle modalità descritte dal successivo art. 6;
saldo del 10% del valore del contributo riconosciuto a seguito di rendicontazione delle spese già anticipate dalle beneficiarie.
Ai fini del presente avviso, le beneficiarie potranno utilizzare la carta esclusivamente attraverso metodi di pagamento tracciabili e dunque non tramite spese in contanti. Il termine massimo per utilizzare l’intero importo riconosciuto, comprensivo della relativa rendicontazione, è pari a 12 mesi dalla data di erogazione del primo acconto.
Prima dell’erogazione del contributo, LazioCrea richiederà nuova certificazione dello stato di gravidanza (o di nascita), il certificato storico di residenza nel Lazio, nonché stato di famiglia in corso di validità da inviare all’indirizzo pec sostegnomaternita@pec.laziocrea.it.
La domanda di partecipazione, completa di tutta la documentazione richiesta, dovrà essere predisposta e presentata dalla richiedente esclusivamente per via telematica tramite il sistema disponibile al seguente link https://webapp.regione.lazio.it/sostegnomaternitahttps://webapp.regione.lazio.it/sostegnomaternita dal 6 marzo 2024 ore 12:00 e fino al 15 aprile 2024 ore 12:00.
La domanda potrà essere presentata anche da un delegato della richiedente, che potrà anche appartenere ad un soggetto giuridico (ad es., Centri per la famiglia, Centri d’ascolto, Centri di aiuto alla Vita di cui alla D.G.R n. 478 del 10/08/2023; CAF e altre organizzazioni di terzo settore interessate).
Per la presentazione delle domande è obbligatorio essere in possesso del sistema di autenticazione di II livello (SPID, TS-CNS, CIE). Tale sistema di autenticazione è necessario per accedere alla piattaforma e deve appartenere alla richiedente o al suo delegato. L’accesso attraverso SPID, TS.CNS, CIE espone una propria informativa sul trattamento dati personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *